L'esodo di Bepi Nadal e la sua famiglia
In occasione della Giornata del Ricordo, il mio piccolo contributo alla memoria ma anche alla mia famiglia. Ringrazio davvero di cuore l'amica Dunja Fabjan per la revisione alla mia "artigianale" traduzione dallo sloveno.
 

11 marzo 1955

11 marzo 1955. Venerdì. San Costantino. Non un bel giorno per Bepi Nadal (al secolo Giuseppe Vascotto, mio nonno), che quella mattina doveva andare al locale comando jugoslavo per stilare la lista dei componenti della sua famiglia decisi a partire con lui da Isola d'Istria. Dall'arrivo delle truppe titine a Isola erano passati poco meno di dieci anni, che siano stati pochi o tanti è meramente soggettivo, ma evidentemente sufficienti a far capire a Bepi e gli altri che restare oltre sarebbe stato impossibile. Per giunta poi, il 5 ottobre 1954 era stato firmato a Londra il Memorandum d’Intesa con cui gli anglo-americani avevano assegnato in amministrazione la Zona A all'Italia e la Zona B (con Isola d'Istria, Capodistria e Pirano) alla Jugoslavia. Di seguito il documento redatto che oltre ad essere un sintetico elenco di persone, evidenzia due curiosità. La prima, magari dovuta a una traduzione dallo sloveno è artigianale, sembra evidenziare che il motivo ufficiale della richiesta era ricongiunsersi ai "loro bambini" già a Trieste. I bambini a Trieste erano uno solo e non più bambino, mio padre Fabio che nell'agosto 1954, precisamente l'8 agosto, da poco diciannovenne, era già esodato. La seconda è la firma, Giuseppe Vascotto, fatta in modo e calligrafia differenti dalle successive dove mio nonno si firmava Vascotto Giuseppe.
 
1955 04 14 vascotto giuseppe 4 WEB

Prošnja za izselitev

Richiesta di trasferimento

Priimek in ime VASCOTTO Giuseppe
Cognome e nome VASCOTTO Giuseppe
sin Bernardo
figlio Bernardo
in matere DEGRASSI Maria
e madre DEGRASSI Maria
datum rojstva 15.3.1908
data di nascita 15.3.1908
kraj rojstva Izola
luogo di nascita Isola d'Istria
okraj Koper
distretto Capodistria
stanujoč-a v Izoli
residente a Isola d'Istria
ul. P. Coppo
via P. Coppo
his. stev. 13
numero 13
stan poročen
stato civile sposato
poklic poljedelec
professione contadino
narodnost ital.
nazionalità italiano
sedanja zaposlitev poljedelec na lastne imetiju
attuale occupazione contadino sulla sua proprietà
Vzrok izselitve k svojim otrokom v Trst
Motivo del trasferimento dai loro bambini a Trieste (scritto proprio al plurale)
Z menoj se izselijo še naslednji člani družine:
I prossimi membri della famiglia emigrano con me:
Tek. štev.
[tekoča številka]
Numero progressivo
Priimek in ime / dekliški priimek
Cognome e nome / Cognome da nubile
Rojstni podatki
Data di nascita
Kraj Rojstva
Luogo di nascita
Odnos do prositelja
Relazione di parentela
1 Delise Palmira 13.4.1908 Izola
Isola d'Istria
žena
moglie
2 Vascotto Palmira 9.4.1911 Izola
Isola d'Istria
sestra
sorella
3 Vascotto Gianna 30.6.1937 Izola
Isola d'Istria
hči
figlia
4 Vascotto Maria 11.7.1944 Izola
Isola d'Istria
hči
figlia
V Izola
A Isola d'Istria
Dne 11.3.1955
Addì 11.3.1955
Podpis prositelja: Giuseppe Vascotto
Firma del richiedente: Giuseppe Vascotto
Ljudski odbor občine Izola potrjuje, da so vsi zgoraj navedeni stalni prebivalci okraja Koper in vpisani v imenik stalnega prebivalstva pod naslednjimi zaporednimi številkami 1. 718 2. 5264 3. 2932 4. 720 5. 721
Il comitato popolare del comune Isola d'Istria conferma che tutti i membri di cui sopra sono residenti permanenti del distretto di Capodistria e sono iscritti nel registro dei residenti permanenti con i seguenti numeri di serie 1. 718 2. 5264 3. 2932 4. 720 5. 721
Po pooblastilu predsednika:
Matičar
FIRMA
Sotto l'autorizzazione del presidente:
Cancelliere
FIRMA
 

21 marzo 1955

21 marzo 1955. Lunedì. Santa Benedetta. Bepi va al locale comando jugoslavo per ritirare la trascrizione sui documenti per l'imminente esodo dei propri beni. Immagino che nei giorni precedenti abbia cercato di fare una sorta di inventario il più dettagliato possibile delle sue cose per non dover lasciare nulla a Isola ed avere tutti i documenti in regola per l'imminente espatrio. Ecco cosa dichiarò di voler portare via:
 
1955 04 14 vascotto giuseppe 5 WEB
Prosim da se mi odobri izvoz sledecih predmetov:
Chiedo il permesso di trasferire i seguenti articoli:
  Di mia produzione: Generi alimentari:
3 camere da letto complete 2 prosciutti 10 (poi corretto 5) kg zucchero
1 cucina completa 10 kg pancetta 50 (poi corretto 15) scatole pesce conservato
8 lampade 2 kg salsicce 6 vasi marmellata
1 sparherd 7 ossocolli 4 pani conditi
1 macchina da cucire 10 kg strutto 2 pacchi cioccolata
2 orologi 70 (poi corretto 57) lt. Olio 25 (poi corretto 10) scatole sigarette
Utensili da bucato 10 kg farina gialla 2 kg susini
Tapetti di linoleum e stoffa 100 kg patate 2 bottiglie liquore
1 marmo 3 kg cipolla e aglio 6 kg gries
1 ferro stiro 15 kg fagioli 1 tachino (scritto proprio così)
2 a carbone 18 bottiglie scampagna (scritto proprio così)  
1 bilancia 25 (poi corretto 5) lt. Grappa  
1 grammofono 12 kg lardo  
1 gallena 260 lt. vino  
Scanno e grucce 30 uova  
1 cassa da meccanico 3 lt. aceto  
1 cassa calzature 6 kg oliva  
1 scatolone rittagli (scritto proprio così) stoffa 6 galline  
1 scatoloni libri e foto 20 kg farina bianca  
3 cassoni    
1 cassa    
2 valige con 12 coperte    
5 materassi    
Biancheria personale, da letto    
Vestiario    
Vari utensili da cucina    
Chincaglierie    
Vari utensili agricoli    
1 cassetta con giocattoli e gingilli    
V Isola (scritto proprio con la S)
dne, 21.3.1955
A Isola d'Istria
addì, 21.3.1955
Podpis prosilca: Vascotto Giuseppe
Firma del richiedente: Vascotto Giuseppe
(Pripombe LO [probabilmente acronimo di "Ljudski Odbor"] Občine glede lastništva zgoraj navedenih predmetov)
(Commenti del Comitato Popolare del Comune in merito alla proprietà degli oggetti sopra citati)
Potrjujemo, da so zgoraj navedeni predmeti last prosilca.
Confermiamo che gli articoli sopra menzionati sono di proprietà del richiedente.
Prehrambeni artikli od zaporedne številke 15 do zaporedne številke 21 je prosilec pridelal na svojem prosestvu.
I prodotti alimentari dal numero 15 al numero 21 sono stati prodotti dal richiedente sulla sua proprietà.
Ostali prehrambeni artikli pa so bili nabavljeni na tukajšnjem tržišču
Gli altri prodotti alimentari sono stati invece acquistati sul mercato locale.
 
Tutto questo materiale, con al seguito mia nonna Palmira, le due figlie Gianna e Maria (Mariuccia) e la sorella di Bepi, Palmira, che portava un piccolo handicap fisico, avrebbe poi viaggiato sul camion del signor Guido Valenti (Molinaro) da Capodistria; camion che in tempi di pace aveva trasportato gli splendidi ortaggi ma soprattutto i fantastici fragoloni di Strugnano in tutta l'Istria e a Trieste. Mio nonno, invece, avrebbe viaggiato a parte e in groppa al suo amatissimo asino Moro. La cosa curiosa è proprio che in quell'elenco non viene mai menzionato l'asino Moro quasi come se quel prezioso animale fosse considerato parte integrante di mio nonno o come se venisse visto come l'imprescindibile mezzo di trasporto per quell'esodo per cui esente dal dover essere dichiarato. Grande Moro! Anche se, alla fine, la sua epopea di collaborazione con la mia famiglia avrebbe avuto i giorni contati.
 

27 aprile 1955

27 aprile 1955. Mercoledì. San Liberale. Due settimane dopo Pasqua. È il giorno della partenza. Non so dire se sia stato un giorno pieno di speranza per la possibilità di allontanarsi da quella situazione ormai insopportabile, oppure una giorno pregno di sconfitta per la perdita della terra in cui erano piantate le loro radici. Immagino più la seconda perchè l'idea dell'addio definitivo e dell'incertezza sul domani sarà risultata ben più pesante della "libertà" che di sicuro avrebbe trovato oltre confine. Di seguito il Začasna Dovolilnica (tradotto Permesso Temporaneo) con cui è transitato al valico di confine di Škofije.
 
 
FRONTE
1955 04 14 vascotto giuseppe 2 WEB
RETRO
1955 04 14 vascotto giuseppe 3 WEB
 

Državni sekretariat za notranje zadeve LR Slovenjie

Segreteria di Stato per gli Affari Interni della Repubblica di Slovenia

Tajništvo za notranje zadeve okraja Koper
Segreteria per gli Affari Interni del distretto di Capodistria

04437      

Štev. 4/705

04437      

Štev. 4/705

Začasna dovolilnica

Permesso temporaneo

Ime in priimek Vascotto Giuseppe
Nome e cognome Vascotto Giuseppe
Datum in kraj rojstva 15.3.1908 v Izoli, Kmet
Data e luogo di nascita 15.3.1908 a Isola d'Istria, contadino
Kraj stalnega prebivališča Izola, ul. P. Coppo 13
Luogo di residenza permanente Isola d'Istria, via Pietro Coppo 13
Št. osebne izkaznice potrdilo izdane od matič. urada (matični urad)
Numero carta d'identità attestato (o certificato) rilasciato da anagrafe [invece del numero della carta d'identità scrivono attestato come se non fosse un numero di carta d'identità ma fosse stato presentato un documento analogo]
Dovoljuje se izselitev do Trsta
È permesso il trasferimento a Trieste [viene cancellato il termine potovanje che significa viaggio]
Prehod Škofije
Valico di confine Scoffie [Passaggio Scoffie. Per come è scritto si può leggere "prehod" (passaggio, attraversamento) come antitesi al "povratek" (ritorno), che è nella parte cancellata - "povratek preko bloka" = rientro dal valico di confine]
Dovolilnica velja od 14 Aprila 1955 do 29 Aprila 1955
Il permesso è valido dal 14 Aprile 1955 al 29 Aprile 1955
Potuje z Vascotto Palmira, roj. 13.4.1908, Vascotto Gianna, roj. 30.6.1937, Vascotto Maria, roj. 11.7.1944, Vascotto Palmira, roj. 9.4.1911
Viaggia con Vascotto Palmira, nata 13.4.1908, Vascotto Gianna, nata 30.6.1937, Vascotto Maria, nata 11.7.1944, Vascotto Palmira, nata 9.4.1911
Koper, dne 14 Aprila 1955
Capodistria, il 14 Aprile 1955
Šef odseka FIRMA INCOMPRENSIBILE
Capo del dipartimento FIRMA INCOMPRENSIBILE
Dovolilnica velja samo z osebno izkaznico
Il permesso è valido solo con una carta d'identità
 
Una volta superato il confine, Bepi Nadal vendette tutti gli animali a personale della ditta Prioglio che proprio a ridosso del confine aveva costruito un ricovero, alcuni dicono persino un macello, dove sistemare i tanti animali che gli istriani portavano con sé con l'esodo. Animali che nella nuova città i tantissimi profughi non avevano modo di tenere e in cambio dei quali Prioglio pagava in preziosissimo denaro contante anche se, probabilmente, molto molto meno del loro effettivo valore commerciale. Anche l'amatissimo e utilissimo asino Moro venne venduto.
 

Ringrazio davvero di cuore l'amica Dunja Fabjan per la revisione alla mia "artigianale" traduzione dallo sloveno.

Share on Myspace