I Vascotto nell'Araldica Commerciale
La proposta delle fantomatiche "Società di Araldica" commerciale che allestiscono banchetti un po' in tutte le fiere, mercati, sagre e piazze è molto varia e spesso molto vaga, e secondo il mio modesto parere non andrebbe nemmeno presa in considerazione.
Non c'è miglior ricercatore di noi stessi.
Provare per credere...
...comunque sia, ecco cosa ho trascritto da una stampa venduta da una di queste società che fanno araldica commerciale...
 

scudo araldico vascotto commerciale

Famiglia fra le piú distinte e benemerite della Repubblica Veneta, diede uomini distinti nell'amministrazione interna, nelle ambascerie, nelle armi di terra e di mare. Si segnalarono:
Benedetto di Marino, senatore erudito e fecondo oratore, ambasciatore di papa Gregorio XII (1406) per trattare sullo scisma della Chiesa.
Niccoló di Marino, fu provveditore dell'esercito in Friuli contro gli Ungheri, debelló nel 1420 in Friuli i comandanti in Prata ribelli della Repubblica. Nel 1423 passó in aiuto dell'imperatore Greco contro i Turchi.
Vittore di Giorgio e Niccoló di Francesco nel 1490 furono generalissimi dell'esercito contro i Turchi.
Vincenzo nel 1513 fu ambasciatore di Enrico VII d'Inghilterra che lo creó cavaliere e gli donó la stella a sei punte da porre nello stemma.
Antonio fu ambasciatore a Genova a Carlo V, dal quale fu fatto Conte Palatino e Cavaliere; ambasciatore in Spagna indi in Francia.
Questa famiglia é pisa in piú rami che presero il nome delle parrocchie nelle quali abitavano ed avevano il palazzo:
Il ramo di Padova, con un Girolamo ed un Filippo, tenente colonnello di fanteria;
Il ramo di Milano con un Eugenio confermato nobile con S.R.A.;
Il ramo di Roma, con un Filippo riconosciuto nella nobiltá patrizia con D.M.

Share on Myspace